Domenica 21 aprile un gruppo di bambini (con l’aiuto di qualche genitore) ha lavorato con l’argilla al Parco Casa Giorgi.
Nella mattinata i bambini hanno realizzato degli oggetti con argilla bianca mista a chamotte, guidati da Paolo che è esperto in questo tipo di lavori.
La chamotte serviva perché nel pomeriggio abbiamo acceso un fuoco all’area fuochi del Parco e abbiamo provato a cuocere gli oggetti.
La chamotte (argilla già precedentemente cotta) facilita l’uscita dell’umidità dagli oggetti, riducendo il rischio che si crepino o esplodano con l’aumento della temperatura.
Il lavoro in questo caso era di avvicinare molto lentamente gli oggetti al fuoco, facendo in modo che si asciugassero nel tempo necessario, e successivamente proseguissero con la cottura.
Questo tipo di attività non è molto semplice, infatti molti oggetti hanno riportato crepe o rotture, però l’esperienza è stata interessante e ricca di insegnamenti, sia per i bambini che per gli adulti.
La realizzazione di oggetti semplici in argilla, e la successiva cottura attorno al fuoco, rappresenta una forma elementare e arcaica di ceramica, prima che fossero costruiti i forni appositi.

Lavori con l’argilla per bambini ispirati all’Uffizio del fuoco